Fatti Creativi | Newsletter Luglio 2022

25 Luglio 2022

Esistono tanti modi per combattere il caldo infernale senza dover per forza accendere il condizionatore. C’è chi in alternativa preferisce usare il ventilatore. Chi cerca di tenere chiuse tutte le fonti elettriche ed elettroniche che producono calore nell’ambiente. Chi esce portando sempre con sé un comodo ventaglio. Chi è abituato a farsi tante docce gelate. Oppure chi abbassa la temperatura del proprio corpo bevendo moltissima acqua. Nonostante siano rimedi utilissimi, l’unica soluzione che noi adottiamo in tutti i casi di “sofferenza d’immagine” è il Brand Refresh. 

Attenzione però a non confondere questa attività con il Rebranding, si tratta infatti di qualcosa di completamente diverso e ti speghiamo subito il perché. Se quest’ultimo riguarda un cambiamento strategico importante che può partire da un riposizionamento o da una nuova strategia della marca, il Brand Refresh nasce dall’esigenza di dare una ventata d’aria fresca ad alcuni elementi, rimanendo però coerenti all’identità di brand.

Il Brand Refresh può infatti riguardare singoli aspetti del marchio, dell’immagine o della comunicazione, come ad esempio una nuova palette colori, un nuovo packaging di prodotto, un nuovo design per il sito web aziendale, un rinnovamento ai contenuti e messaggi …

È un intervento consigliato quando il Brand ha bisogno di “rinfrescarsi” un po’, di migliorare il proprio look e di adeguarsi ai tempi, ai cambiamenti in atto nel mercato e alle mutate esigenze dei consumatori, senza però stravolgere la propria brand identity e strategia di marca. 

Il Brand Refresh si fa non solo per puri fini estetici o visivi, ma anche in tutti quei casi si intende ampliare o perfezionare la propria offerta di servizi.

Basta docce fredde! Con il Team VPGD Comunicazione al tuo fianco, quest’estate sarà all’insegna di un vero refresh.

Richiedi maggiori informazioni

');; }); return; }, add : function(_this){ var _that = jQuery(_this); if (_that.find('p.cpwp-excerpt-text').height()