Anno nuovo, logo nuovo per Burger King, Pfizer e KIA

Per molti brand il 1° gennaio è iniziato all’insegna del #rinnovamento e del desiderio di voltare pagina, dopo un anno davvero difficile per tutta l’umanità e l’economia mondiale.

 

Il primo ad inaugurare il 2021 sotto una nuova veste è stata Pfizer, la casa farmaceutica in prima linea nella lotta contro il Covid. Proprio in questi giorni ha presentato al pubblico il restyling della propria Corporate Identity che ha riguardato il nuovo logo, una palette di colori ridotta a due sole gradazioni di blu e un nuovo simbolo.

Scompare infatti dal logo la “pillola blu”, sostituita dalla “doppia elica” che rappresenta il DNA innovativo dell’azienda. Un cambiamento decisamente significativo per un Brand che da 70 anni utilizzava l’ovale blu e che oggi si apre a una nuova era, dimostrando il suo impegno “scientifico” nell’ambito della Ricerca e nello Sviluppo della Tecnologia Genetica.

 

Se Pfizer fa un grande passo nel futuro, il famoso brand Burger King decide di rinnovare tutta la propria identità visiva tornando indietro nel suo “passato più glorioso”, recuperando l’immagine che sfoggiava tra il ’69 e il ’99 e correggendo gli errori stlistici dovuti a un “eccesso di modernizzazione”.

Il risultato è un logo dal “sapore vintage” con  colori più accesi e appetising e le proporzioni che ricordano la forma tonda e golosa del panino.

 

L’ingresso nel 2021 è stato festeggiato con entusiasmo anche da un altro brand che ha colto l’occasione per presentarsi completamente trasformato. Si tratta di KIA che proprio in questi giorni ha annunciato il rinnovamento del proprio logo e il lancio del nuovo payoff globale “Movement that inspires” che esprime il desiderio della marca di essere protagonista della mobilità del futuro attraverso nuovi prodotti, soluzioni ed esperienze.

Richiedi maggiori informazioni

Sei iscritto alla nostra newsletter?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità!

Compilando i campi si accettano le condizioni della privacy/GDPR per il trattamento dei dati personali