L’Account ovvero comprendere, selezionare e guidare.

Il primo dei nostri focus sulle professioni del mondo della comunicazione, per capire cosa succede dietro le quinte di un’agenzia pubblicitaria.

Volto severo, calcolatrice alla mano, sguardo diffidente: il cliente che abbiamo davanti è un vero osso duro. Uno di quelli che nessuna agenzia pubblicitaria si augura mai di incontrare. O forse sì, perché riuscire a farlo contento sarà una soddisfazione troppo grande.

Vuole vendere di più, come tutti. Ma per farlo deve far conoscere di più i suoi prodotti. Fin qui, niente di nuovo: è la base di ogni richiesta pubblicitaria. Ciò che è sempre diversa è la storia del cliente, l’identità della sua azienda e dei suoi prodotti, il target cui si rivolge. Informazioni fondamentali, che l’account deve saper comprendere a fondo.

Terminato l’incontro conoscitivo con il cliente, il nostro account torna in ufficio e comincia l’analisi della situazione di partenza. Il cliente ha già un sito? Ha mai fatto campagne prima? E i suoi concorrenti come si muovono sul mercato?

Finita l’analisi, si parte con la strategia. Cosa possiamo fare per promuovere l’immagine di questo cliente? Quali sono gli strumenti migliori per farlo?

È un lavoro che richiede la conoscenza approfondita delle specificità di tutti i singoli strumenti. Bisogna sapere in che occasione è meglio realizzare una campagna banner e in quale un’affissione dinamica. Bisogna individuare quali canali ‘frequenta’ il target di riferimento. Insomma, bisogna essere degli esperti a tutto tondo per selezionare i giusti mezzi e integrarli al meglio. (Vuoi saperne di più sulla comunicazione integrata? Leggi la nostra newsletter sul tema).

In una grande agenzia, in cui il lavoro di analisi e strategia è suddiviso tra più reparti, è il media planner la figura specifica che studia il mix di canali più adeguati a diffondere la campagna; mentre va sempre più diffondendosi la definizione di all line advertiser per riferirsi a chi si occupa di integrare la comunicazione di un’azienda nel mondo online e offline.

Intanto, l’account ha steso il brief, una breve scheda in cui ha raccolto le indicazioni espresse dal cliente e le linee guida strategiche da lui elaborate. È un documento prezioso, perché deve guidare il lavoro di chi realizzerà concretamente la campagna. Il documento è ora sulla scrivania dell’art director: la palla passa ai creativi…  (continua).

 



      
SEDE DI ROMA
  • Via di Tor Pagnotta, 94 - 00143
  • Tel/fax: (+39) 06 93 56 39 71 R.a.
SEDE DI MILANO
  • Via Vincenzo Monti, 8 - 20123
  • Tel. (+39) 02 46712734
  • Fax (+39) 02 48013233
ORARI
Lunedì-Venerdì:
9.00 - 13.00 ~ 14.00 - 18.00
Sabato e Domenica chiuso